Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Musei’

Ho condiviso spesso risorse e presentazioni relative allo scenario mobile in ottica museale: l’argomento è appassionante e ricco di continue evoluzioni.

Con colpevole ritardo, però, oggi segnalo l’approfondita presentazione che Matteo Bellini, project manager presso Dr.O-one, ha tenuto la scorsa settimana in occasione del Seminario residenziale Museimpresa – MUSEO E ARCHIVIO 2.0 Social network e interattività per musei e archivi d’impresa.

Il suo intervento si intitola appunto Mobile Museum 2.0 – Stay in touch with your audience.

L’analisi presenta numeri e stime di diffusione della tecnologia mobile nel mondo e in italia, oltre ad esplorare le dimaniche di engagement, l’augmented reality, la geolocalizzazione e un nuovo approccio al mondo delle informazioni, presentando numerose case history italiane ed internazionali.

Molto interessante l’analisi separata dell’ambiente tablet.

Cliccate sull’immagine qui sotto per andare alla presentazione su Prezi.

Clicca sull'immagine per andare alla presentazione

Un lavoro ben fatto, completo e critico verso un universo ancora in parte da esplorare.

Bravo Matteo!

Colgo anche l’occasione per segnalarvi l’imminente evento Museum & Mobile (24/26 ottobre 2011).

Annunci

Read Full Post »

Di seguito le slide realizzate da Jim Richardson in occasione di Museum Next 2011.
How to get people to talk about your Museum

Read Full Post »

Jim Richardson @ Museum Next - Clicca sul'immagine per vedere la gallery Flickr

Museum Next (Follow #museumnext) è una delle conferenze più importanti d’Europa nella quale ci si confronta sull’approccio digitale di musei e istituzioni culturali (ma il raggio d’azione va molto oltre l’online).
Chi segue il  mio blog sa che di Jim Richardson, l’ideatore, e di Museum Next, ho parlato molto spesso anche nei mesi passati. Gli spunti di discussione offerti da Jim sono sempre notevoli.

Oggi si è tenuta a Edimburgo il primo giorno di incontri che si concluderanno domani. Se, come me, siete immersi nel lavoro e non riuscite a seguire, vi consiglio di gustare con calma i post dei ragazzi di BAM che sono live sul posto (che invidia!).

Grazie al loro microblogging via Facebook, io questa sera ho potuto ri-scoprire l’intero programma della giornata “filtrato” dalle loro utili considerazioni: credo che farò così anche domani.

L’appuntamento è, quindi,  sulla pagina Facebook di BAM – Bologna Art Managers!

Un saluto va anche a Luca Melchionna del Mart che credo sia pure lui all’evento! Una cosa è certa: tutta questa attenzione all’innovazione in ambito culturale non può che farci bene, come Paese. Bravi ragazzi!

Read Full Post »

Se ve li siete persi ecco qui gli ultimi tre post che ho realizzato per Ilfattoquotidiano.it:

“Viaggio nel tempo attraverso gli oggetti”

“La Tate e Ai Weiwei, tra Internet e censura

Cosa fanno i musei italiani sul web?

Buona lettura!!

Read Full Post »

Dal 6 al 9 aprile 2011 si tiene a Philadelphia (USA) l’edizione 2011 di Museums and the web. Come sempre, saranno presentati i più interessanti progetti in ambito cultura & new media, con speaker da tutto il mondo.
Ovviamente tutti i paper si possono scaricare e leggere con comodo.

Per seguire l’evento in tempo reale su Twitter l’hashtag dell’evento è #mw2011, mentre il profilo è twitter.com/museweb.

I contenuti sono davvero tanti, ma tutti gli anni si eleggono i Best of the Web in diverse categorie. Qui, quelli in corsa per i premi di quest’anno.

Read Full Post »

Il grido d’aiuto è quello della cultura. In Italia come in Inghilterra.
Inglese è infatti un’iniziativa digitale contro i recenti tagli alla cultura da parte dell’attuale coalizione di governo di Downing Street.
Su Twitter attraverso l’hashtag #savemuseums (ringrazio Linda per la segnalazione) i cittadini sono invitati a comunicare l’importanza di musei e istituzioni culturali per la loro educazione, per l’esistenza, insomma per spiegare come la cultura aiuti a vivere meglio: i tweet già pubblicati sono spesso splendidi, la campagna ha visto adesioni illustri e io mi associo a Giulia Simi perchè prenda piede anche nel nostro paese questa iniziativa.
Forse qui Twitter non è ancora uno strumento così potente come in altre realtà: tuttavia si potrebbe declinare un’azione del genere anche su Facebook, condividendo e consigliando a tutti i vostri amici il museo che preferite o quello più a rischio.

Sulle difficoltà dei musei nel nostro paese c’è anche un bell’articolo sull’attuale numero dell’inserto D di Repubblica.

Un altro grido d’aiuto lo chiede il progetto educativo Smarthistory, che ha l’obiettivo di creare un web-book di storia dell’arte gratuito e accessibile per tutti e che possa essere utilizzato da tutte le scuole, contribuendo a rendere più immediato e stimolante lo studio di alcune opere.

Smarthistory.org is a free and open, not-for-profit, art history textbook. We use multimedia to deliver unscripted conversations between art historians about the history of art. We are seeking contributors—especially for canonical non-Western material and other survey topics not yet covered. We welcome comments, feedback and corrections.

Il progetto, nato nel 2005, ha approfondito 368 opere e realizzato più di 300 video. Tra i fondatori del progetto c’è Beth Harris: date un’occhiata al suo canale Youtube!

Smarthistory tuttavia per continuare nella produzone di video di qualità sull’arte ha bisogno di fondi: ecco quindi l’apertura di una campagna fondi su Kickstarter, la più grande piattaforma online per la raccolta fondi per progetti creativi.

Ecco il video che presenta la compagna.

WHY WE NEED YOUR HELP

We have so much great content — but we need to create at least 100 more videos in order for Smarthistory to be a truly viable alternative to the survey textbook. Every $100 contribution from you makes one more video possible. And because Smarthistory.org is a 501(c)3 organization, your contribution may also be tax-deductible (please consult your tax advisor).

Trovate tutte info qui.

Read Full Post »

2010 Horizon Report: Museum Edition

Vi segnalo una risorsa, scaricabile gratuitamente in pdf, che offre una sorta di panoramica sulle tecnologie emergenti nell’attività museale (mobile, social media, augmented reality, location-based services, gesture-based computing, the semantic web): 2010 Horizon Report: Museum Edition.

The first report in the series to look at emerging technologies for museum education and interpretation

Relativamente all’attività sui Social Media, tra pagina 13 e pagina 15 trovate molte case history e qualche risorsa da leggere molto interessante.

Buona lettura!

Read Full Post »

Older Posts »