Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘repubblica’

Il grido d’aiuto è quello della cultura. In Italia come in Inghilterra.
Inglese è infatti un’iniziativa digitale contro i recenti tagli alla cultura da parte dell’attuale coalizione di governo di Downing Street.
Su Twitter attraverso l’hashtag #savemuseums (ringrazio Linda per la segnalazione) i cittadini sono invitati a comunicare l’importanza di musei e istituzioni culturali per la loro educazione, per l’esistenza, insomma per spiegare come la cultura aiuti a vivere meglio: i tweet già pubblicati sono spesso splendidi, la campagna ha visto adesioni illustri e io mi associo a Giulia Simi perchè prenda piede anche nel nostro paese questa iniziativa.
Forse qui Twitter non è ancora uno strumento così potente come in altre realtà: tuttavia si potrebbe declinare un’azione del genere anche su Facebook, condividendo e consigliando a tutti i vostri amici il museo che preferite o quello più a rischio.

Sulle difficoltà dei musei nel nostro paese c’è anche un bell’articolo sull’attuale numero dell’inserto D di Repubblica.

Un altro grido d’aiuto lo chiede il progetto educativo Smarthistory, che ha l’obiettivo di creare un web-book di storia dell’arte gratuito e accessibile per tutti e che possa essere utilizzato da tutte le scuole, contribuendo a rendere più immediato e stimolante lo studio di alcune opere.

Smarthistory.org is a free and open, not-for-profit, art history textbook. We use multimedia to deliver unscripted conversations between art historians about the history of art. We are seeking contributors—especially for canonical non-Western material and other survey topics not yet covered. We welcome comments, feedback and corrections.

Il progetto, nato nel 2005, ha approfondito 368 opere e realizzato più di 300 video. Tra i fondatori del progetto c’è Beth Harris: date un’occhiata al suo canale Youtube!

Smarthistory tuttavia per continuare nella produzone di video di qualità sull’arte ha bisogno di fondi: ecco quindi l’apertura di una campagna fondi su Kickstarter, la più grande piattaforma online per la raccolta fondi per progetti creativi.

Ecco il video che presenta la compagna.

WHY WE NEED YOUR HELP

We have so much great content — but we need to create at least 100 more videos in order for Smarthistory to be a truly viable alternative to the survey textbook. Every $100 contribution from you makes one more video possible. And because Smarthistory.org is a 501(c)3 organization, your contribution may also be tax-deductible (please consult your tax advisor).

Trovate tutte info qui.

Annunci

Read Full Post »

Ecco qui un articolo di Adriano Bonafede uscito sull’ultimo numero di Affari & Finanza, supplemento del lunedì di Repubblica.

Il museo in uno smartphone nasce l’archeologia virtuale

Archeovirtual, la sezione audiovisiva della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

Dal 18 al 21 novembre si terrà a Paestum (Salerno) Archeovirtual, la sezione audiovisiva della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico.

Qui trovate tutte le info.

Read Full Post »

Recentemente ho ricevuto alcune mail che chiedevano delucidazioni sull’utilizzo di device mobili in gallerie e musei, o su applicazioni per iPhone, iPod, iPad, e per dispositivi con Android. 
Non sono certo un tecnico, ma questa corsa al mobile è giustificata dalla crescita spaventosa del traffico web via smartphone, come riporta anche in questi giorni Repubblica:

L’80 per cento delle persone che nei prossimi dieci anni useranno Internet si collegheranno esclusivamente attraverso un dispositivo portatile (Affari&Finanza)

Per quanto riguarda i musei il discorso andrebbe analizzato partendo dalla tipologia di contenuti condivisi in mobilità e dalla loro efettiva accessibilità.
Un altro aspetto interessante da approfondire è quello relativo all’evoluzione delle audioguide, o comunque ai dispositivi di cui il museo è dotato e delle loro prospettive future.

Conoscete qualche realtà museale italiana che sta facendo progetti interessanti in questo senso?

Io vi propongo di seguito alcune delle soluzioni proposte all’ultima conferenza Museums & Web 2010, e vi anticipo l’evento per professionisti museali che si terrà a marzo 2011, Digital Discovery: Mobile Interpretation, Augmented Reality and iPhone Apps.

Read Full Post »

Arounder Touch

Preso da un periodo di scadenze lavorative torno a segnalarvi un po’ di robetta interessante che in questa settimana mi è capitato di notare online e offline: nei prossimi giorni, infatti, segnalerò interessanti risorse circa  Yotutube e musei, utilizzo di Twitter, case history…

Meglio partire però dall’ultimo articolo che ho letto giusto ieri su Affari&Finanza di Repubblica:

I Tour “virtuali” in 40 città Applicazione gratuita per iPhone

A parte il fatto che per le applicazioni mobili si parla ormai solo e sempre di iPhone, certe soluzioni aprono davvero il raggio d’azione dell’informazione mobile per quanto riguarda luoghi turistici e culturali.

ArounderTouch estende così le possibilità di utilizzo di Arounder Territory (www.arounder.com), prodotto di punta di VRWay, permettendo l’accesso a tutte le città presenti sul portale, con più di 500 approfondimenti dedicati a monumenti, chiese, eventi, musei, corredati da oltre 2.500 immagini panoramiche virtuali ad alta definizione

Ad ogni modo, come ho già fatto altre volte, riporto lo screenshot dell’articolo, dal momento che andrà presto offline.

I Tour "virtuali" in 40 città Applicazione gratuita per iPhone

Se volete saperne di più sull’applicazione Arounder Touch, se volete vedere screenshot o effettuare il download visitate la pagina dedicata.

Ecco il video:

Read Full Post »

Gli inserti di Repubblica regalano sempre qualche spunto interessante: oggi vi segnalo due articoli apparsi su “Donna di Repubblica” e su “Affari e Finanza”, inserto del lunedì. Entrambi, temporaneamente, li trovate online io comunque ho fatto gli screenshot per facilitarvi la vita.

Il primo si intitola “La vita organizzata in preferiti” ed è un piccolo approfondimento all’interno  di un articolo più grande intitolato Londra è Istant, pubblicato alle pagine 124-125. (vi consiglio di scaricare il pdf piuttosto che leggerlo in “streaming”).  All’interno del pezzo si citano le esperienze “new media” di Tate e National Gallery.

Londra è istant, pp. 124-125

Il secondo articolo si intitola “Archeoweb, ricostruzioni virtuali quasi perfette con i nuovi software”.

Questo merita una lettura approfondita perché porta in primo piano la questione dell’utilizzo delle nuovissime tecnologie per riproporre ambientazioni storiche virtuali: solita domanda, in quali casi è reale contributo informativo e in quali semplice lezione di stile?

Read Full Post »

Museo Nazionale del Cinema

Sembra ben fatto e ricco di contenuti: ad ogni modo per una completa recensione vi segnalo l’articolo di Lorenzo Brioti presente all’interno dell’ultimo numero di Affari e Finanza con Repubblica.

Come sempre, oltre al link vi ho fatto uno screenshot dell’articolo, per ovviare al fatto che dopo un po’ gli articoli di A&F spariscono dalla Rete.

Buona lettura e buona navigazione.

museodelcinema

Read Full Post »

04102009035

Sabato 3 ottobre il Chiostro di San Paolo è stato teatro della presentazione del libro “Africa e media: giornalismi e cronache dal continente dimenticato”. Tra gli ospiti anche Pietro Veronese, giornalista di Repubblica,  che ha detto la sua sulla spinta che può venire dalla Rete e sui limiti dei media tradizionali.

Tra le volte del chiostro erano presenti delle gigantografie informative relative al tempo che i media italiani dedicano a certi temi: io ho scattato quelle che mi sembravano più significative, giudicate voi.
03102009026
03102009027

Read Full Post »