Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Web 2.0’

Dal 6 al 9 aprile 2011 si tiene a Philadelphia (USA) l’edizione 2011 di Museums and the web. Come sempre, saranno presentati i più interessanti progetti in ambito cultura & new media, con speaker da tutto il mondo.
Ovviamente tutti i paper si possono scaricare e leggere con comodo.

Per seguire l’evento in tempo reale su Twitter l’hashtag dell’evento è #mw2011, mentre il profilo è twitter.com/museweb.

I contenuti sono davvero tanti, ma tutti gli anni si eleggono i Best of the Web in diverse categorie. Qui, quelli in corsa per i premi di quest’anno.

Annunci

Read Full Post »

Riporto di seguito la nuova presentazione Jim Richardson, 6 Arts Marketing Trends from the UK tenuta al British Council Digital Creative Conference, Tokyo.  I focus del lavoro sono: Going Social, Starting conversations, Crowdsouring, Beyond the walls, Collaboration, Gamification.

Qui trovate il post di Jim.

Read Full Post »

Scovando in rete un contenuto simile ho pensato a quanto mi sarebbe piaciuto leggerlo qualche anno fa, quando stavo preparando la tesi su Musei e Nuovi Media.
Sono comunque felicissimo di condividere la tesi “A Museum without Walls. Towards a more dynamic Museu Picasso Barcelona through the web 2.0” di Jacqueline Glarner.

La tesi analizza la strategia del Museo Picasso di Barcellona, evidenziando aspetti positivi e negativi dell’attività digitale dell’istituzione. Ecco alcune conclusioni di Jacqueline:

The results of the work may also serve as an example for other museums interested in getting started or enhancing their presence in the world of 2.0. Some key concepts:

  • The museum has to accept the visitor as an equal partner. The willingness to enter into dialogue with and embrace new content suggested by visitors must be honest and real.
  • It is worth planning strategically: in other words, treating 2.0, and even better all communication, as a whole.
  • This also goes for evaluation of the institution’s current position — that is, its specific needs and capabilities (financial and human resources).
  • The museum must be able to generate new content that is interesting to users.
  • It is very important to involve all of the museum staff in 2.0. We are talking here about ‘internal energizing’.
  • Actions must be evaluated on a regular basis and conclusions drawn.

Bello anche vedere l’attenzione che l’istituzione stessa ha mostrato al lavoro di Jacqueline Glarner, con tanto di ringraziamento sul blog ufficiale del museo.

Di seguito un breve assaggio del suo lavoro di tesi.

Read Full Post »

La Fondazione Fitzcarraldo, in collaborazione con il Salone DNA, organizza un convegno internazionale assolutamente da non perdere per tutti gli appassionati di musei e nuovi media:

Surfing and walking: i musei e le sfide del 2.0

L’evento avrà luogo a Torino il 2 ottobre prossimo come programma satellite di Artlab10.

Il programma si concentrerà sull’utilizzo che i musei stanno facendo di alcuni strumenti che Internet mette a disposizione (siti web istituzionali, social network, mondi virtuali, aggregatori di contenuti, blogosfera) per avvicinare nuovi pubblici, per fornire modalità aggiuntive di accesso ai contenuti museali, per preparare e migliorare l’esperienza di visita, per favorire l’approfondimento e agevolare le diverse necessità di apprendimento. Sarà l’occasione per presentare casi ed esperienze internazionali e nazionali.

Tra gli addetti ai lavori che parteciperanno c’è Luca Melchionna dell’Ufficio Stampa del Mart (intervistato nei mesi scorsi anche da fucktorymuseum), Alessandro Isaia (Responsabile Comunicazione e Marketing, Fondazione Torino Musei), Carlotta Margarone (Assistente Curatore, Palazzo Madama, Torino), Christian Ghiron e Giuseppe Ariano (Ministero per i Beni e le Attività Culturali), e nomi internazionali come Diane Drubay, (Fondatrice di http://www.buzzeum.com, Francia), Jim Richardson (Amministratore Delegato, SUMO, “I like…museums” Il portale dei musei del Nord-Est, Uk) e niente di meno che Shelley Bernstein (Direttrice del Dipartimento di Tecnologia, Brooklyn Museum, NY) che sarà anche protagonista di un incontro nel pomeriggio “A tu per tu con Shelley Bernstein”.

Io ci sarò e sarà davvero un piacere incotrare alcuni dei nomi sopra citati, di cui ho scritto spesso in questo blog. Ringraziando Laura per la preziosa segnalazione, rimando qui per tutte le info.

Read Full Post »

Come vi ho già segnalato mesi fa (vedi Musei e web nel 2010), dal 13 al 17 aprile 2010 si terrà a Denver la conferenza “Museums and the Web”: appuntamento imperdibile per tutti i professionisti museali interessati ad approfondire il tema new media & istituzioni culturali.

L’elemento interessante è che tutti i paper realizzati dagli speaker che interverranno all’evento, saranno disponibili online prima dell’evento stesso: anzi, una parte di questi sono già a disposizione di tutti, qui.

E’ sufficiente cliccare sull’icona del paper per leggere i documenti completi.

Per saperne di più sull’evento qui trovate programma completo e overview.

Se leggendo gli elaborati trovate spunti di commento e discussione interessanti, commentate qui!

Read Full Post »

local_projects

Jake Barton (Local Projects) > Clicca sull'immagine per andare al sito

Seb Chan, collaboratore del Powerhouse Museum di Sydney, sarà in giro per l’Europa per presenziare ad alcuni eventi sul tema dei social media: vi comunico le date, anche per dare un’idea di quanto il tema stia prendendo piede nelle istituzioni di mezz’Europa.

Il 23 ottobre parlerà all’ABM-Centrum di Stoccolma mentre la settimana seguente sarà ad Amsterdam presso il Nationaal Historisch Museum, dove ci sarà un evento chiamato Museum Lab che vedrà la presenza di accademici, professionisti museali, e di Jake Barton (Local Projects).

Il 3 e 4 novembre sarà la volta di Londra, con due incontri organizzati da Culture24: due workshop intitolati rispettivamente “Strategic Social media” e “Web Metrics and Measuring Success”.

Speriamo solo che un po’ di questo materiale finisca in Rete.

Read Full Post »

le biblioteche sono piene di libri, ma è solo un caso

le biblioteche sono piene di libri, ma è solo un caso

“Bibliotecari non bibliofili” è il nome di uno splendido blog curato da Virginia Gentilini sul tema delle biblioteche e sulla condivisione della cultura: i post, scritti davvero molto bene, sono parecchio interessanti.

Uno in particolare ha attirato la mia curiosità: “Web 2.0 e biblioteche”.

Vi consiglio di leggere i suoi interventi, io qui riporto le slide da lei realizzate per un corso tenuto all’Università di Bologna.

Buona lettura!

Read Full Post »

Older Posts »